Monastero della Visitazione


Vai ai contenuti

Maria Madre di Provvidenza e di Consolazione

Chi siamo > Storia del Monastero

STORIA DELLA MADONNA DI PROVVIDENZA E DI CONSOLAZIONE

La tradizione dice che il simulacro fu eseguito da devota e pia donzella, e che, pervenuto ad un abitante di Lucca denominato Pietro Ciomei questi eresse in sua casa una cappella per quella Madonna e ne promosse il culto in Lucca e fuori.

Il 4 ottobre 1682 il Ciomei così narrò l'accaduto:
"... dirò che molti anni sono, trovandomi fuori della porta di Lucca, per andare alla villa, lontano dalla città un miglio e mezzo, facendo le orazioni mie solite, nel cimitero era un lume di luna bellissimo, e così, licenziai un mio contadino che avevo meco, e subito partito, venne un'oscurità grande ed io cominciai ad aver timore e mi raccomandavo all'angelo custode, e fatto questo, mi si presentò un'ombra celeste, e dietro a quella vi era la gran Madre di Dio, a quel modo conforme che gliela ho consegnata, con scettro, che mi disse: FINISCI LE TUE DEVOZIONI E PREGA PER MODENA e procura di andare a visitare la chiesa di San Francesco di Sales, che pareva volesse dire VOGLIO ANDARE ANCH'IO ..."
Il Ciomei, fatte indagini sull'esistenza di tale Monastero da lui ignorata, scrisse il 2 aprile 1675 alla Superiora annunziandole "che fra non molto sperava di portarle un dono della Beata Vergine dal quale otterrebbe tutte le grazie".

Il Ciomei non poté consegnare sì presto la statua, causa gli ostacoli insorti per parte delle Repubblica di Lucca e degli Ordini religiosi e secolari di questa città.
Finalmente, dopo sei anni, il 12 agosto 1682, il Ciomei partì con tre figli ed un sacerdote, "avendo posta la statua su un carro foggiato ed addobbato a guisa di trono", giunse a Modena il 22 settembre.

Il Ciomei, che morì a 93 anni il 23 aprile 1706 e che era devotissimo della Madonna, secondo la tradizione, ebbe prima del 1675 una visione nella quale gli si designava il Monastero delle Salesiane di Modena a futuro depositario e custode del simulacro.
Questa Madonna, fino dal 1737 si esponeva solennemente per la Novena del Natale, e, dopo il 1815, anche nel giorno 28 settembre per voto fatto dalle monache in ringraziamento di non essere state costrette ad abbandonare il loro Monastero durante la dominazione dei Francesi. Anche oggi la Beata Vergine di Consolazione e Provvidenza si festeggia il 28 settembre nella chiesa del Monastero della Visitazione.


PREGHIERA A MARIA,
MADRE DI PROVVIDENZA E DI CONSOLAZIONE
Santissima Vergine e Madre di Provvidenza
e di Consolazione, con viva fiducia ci rivolgiamo a Te
per essere difesi da tutti i pericoli spirituali e
temporali che ci minacciano ed ottenere da Dio
perdono e misericordia.
Innumerevoli volte Tu hai esaudito la preghiera di
chi t'invoca innanzi a questa effigie;
continua, Vergine Santissima, la tua materna
protezione su noi e su tutti quelli che hanno bisogno
di aiuto e di conforto.
Sii per noi sempre Madre di Consolazione e
Provvidenza, in tutti i giorni della nostra vita e più
ancora nell'ora della nostra morte.

Amen.

Home Page | Chi siamo | Spiritualità | Servizi | News | Informazioni | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu